Ad Altopascio si accendono i forni: torna la festa del pane

Forni in piazza, specialità culinarie, pranzo domenicale, ma anche musica, lezioni di cucina, solidarietà e tanto divertimento. Torna ad Altopascio la Festa del pane, il tradizionale appuntamento che animerà il centro storico nei giorni di sabato 15 e domenica 16 settembre, organizzato dall’amministrazione comunale insieme con la ProLoco di Spianate e Panitaly, con la collaborazione dei comitati di Badia e Marginone, delle associazioni, dei commercianti e dei panifici del territorio, dell’Associazione italiana celiachia-Toscana  e del Consorzio toscano pane Dop.

Molti gli appuntamenti in programma per l'evento-simbolo della cittadina del Tau tra cui aperitivi e cene, musica dal vivo, delizie gastronomiche con specialità tipiche. Confermata anche per quest’anno la finalità solidale dell’iniziativa: l’intero ricavato dalla vendita del pane e del pranzo, infatti, sarà devoluto alle realtà sociali e ai gruppi Caritas altopascesi.

Il clou della manifestazione saranno i forni aperti, che, quest'anno, vedranno all'opera i panificatori di Panitaly, l'azienda che ha rilevato Toscana Pane. Importante anche la parte di intrattenimento con l’attesissimo concerto di Riccardo Cioni Dj (sabato 15, alle 22, in piazza Tripoli, ingresso gratuito), anticipato dall’esibizione di Mattia Lenzi Quintet (20.30, piazza Ricasoli). E domenica tutti in piazza per il pranzo preparato dai Comitati di Spianate, Badia e Marginone, mentre per le vie del centro passerà la Banda Bassotti Band. Spazio anche alla storia, con la rievocazione storica della trebbiatura del grano a cura del comitato trebbiatura e trattori d'epoca (parco Mura castellane).

«Dopo i successi ottenuti dagli eventi dei mesi scorsi, dalla Millemiglia alla festa dello sport, dalle visite nel Sibolla al Luglio altopascese fino al cinema all'aperto, torniamo ad animare il mese di settembre con la Festa del pane, che rappresenta un'occasione importante per valorizzare le tradizioni del nostro territorio e farne il nostro cavallo di battaglia - commentano il sindaco Sara D'Ambrosio e l'assessore alla cultura e al commercio Martina Cagliari -. Per questo motivo, quest'anno, abbiamo deciso di spostare la festa a settembre per darle il giusto spazio ed evitare che si sovrapponesse con altri eventi che hanno coinvolto Altopascio nel mese di maggio, come la Millemiglia. Ci piace sottolineare il supporto che ci ha dato Panitaly: un segno importante per la nostra comunità. Siamo contenti del coinvolgimento, ancora una volta, di tutte le anime che compongono il nostro territorio: dai comitati paesani ai commercianti, dalle associazioni di volontariato alle aziende altopascesi, forni e panifici compresi. Stiamo preparando anche altre novità per la Festa del pane, che sveleremo nei prossimi giorni».

Il cuore della manifestazione saranno i forni all'aperto che, per il secondo anno, tornano in piazza della Magione/piazza del pane, dando così la possibilità ai visitatori di provare la magica esperienza del pane e della focaccia appena sfornati da assaggiare sul momento. E poi ancora degustazioni di vino, curate dalle Tenute di Badia e la Fattoria del Teso, prodotti tipici a chilometro zero, stand dedicato al senza glutine, grazie all’Aic e a NutriFree, lezione di cucina su pane e focaccia, in collaborazione con il Consorzio pane toscano Dop, e tanto intrattenimento.

Ulteriori info su pagina Facebook "Comune di Altopascio" e sul sito www.comune.altopascio.lu.it