Altopascio in nerazzurro, rinnovato il sodalizio tra Tau e Inter

Amaranto e nerazzurri, un matrimonio felice che continuerà. Inizia con una splendida notizia la stagione 2018-2019 del Tau Calcio Altopascio. Mercoledì 29 agosto, nel giorno della presentazione ufficiale delle squadre che fanno parte della galassia Tau, la società del presidente Antonello Semplicioni ha ufficializzato il prolungamento del sodalizio con l’Inter che proseguirà fino al 2021. Un segnale importante che dimostra come il lavoro svolto dal Centro di formazione sia stato apprezzato anche a Milano. Un attestato di stima che solo tre società in tutta Italia possono vantare, confermato anche con l'esperienza della Scuola Calcio Inter: quella del Tau al Centro Vignini di Lucca è una delle poche esistenti in Italia (in tutto il paese ce ne sono 7). La giornata di ieri è stata una vera e propria festa dello sport con tantissimi ragazzi, circa 500, insieme alle loro famiglie tutte riunite allo stadio di Altopascio per celebrare l’inizio della stagione, insieme ad ospiti d’eccezione come Gigi Simoni, Vittorio Tosto, Francesco Colonnese e Raffaele Vescovi. Gigi Simoni, fortemente legato ai colori nerazzurri con cui ha vinto una Coppa Uefa, ma soprattutto per aver allenato un vero e proprio fenomeno come Ronaldo, protagonista di quel famoso contatto Ronaldo-Iuliano che ancora oggi fa discutere, è simbolo di un certo modo di fare calcio con stile, eleganza ed educazione che, purtroppo, sta andando scomparendo. Davanti ad una platea di ragazzi festanti e alle loro famiglie, Simoni ha parlato della sua lunga carriera di giocatore e allenatore, raccontata anche nel libro “Simoni si nasce-Tre vite per il calcio” scritto a sei mani da Luca Carmignani, Luca Tronchetti e Rudi Ghedini. Nel libro, tanti aneddoti (come Ronaldo che era l’unico autorizzato a bere Coca Cola in ritiro) legati ad un uomo d’altri tempi che ha sempre messo al primo posto il rispetto e il fair play. Un bell’esempio per i tanti giovani che hanno avuto la possibilità di ascoltarlo dal vivo. Al termine della chiacchierata, condotta dal giornalista e tifoso nerazzurro Lodovico Poschi, il sindaco di Altopascio Sara D’Ambrosio ha voluto consegnare una speciale targa in omaggio a questo gentiluomo del calcio. A seguire poi, Antonello Semplicioni e Manuel Vellutini, rispettivamente presidente e vicepresidente del Tau, hanno annunciato il rinnovo fino al 2021 dell’accordo con il club meneghino. «Il Tau è un punto di riferimento importante per noi – ha detto Roberto Samaden, responsabile del settore giovanile della società milanese presente ieri ad Altopascio -. Qui si fanno le cose per bene ed è un piacere quindi proseguire insieme in questo percorso che speriamo possa continuare a darci reciproca soddisfazione». A parlare degli obiettivi per la prossima stagione è stato invece il vice presidente Manuel Vellutini: «Questa collaborazione con l’Inter per noi è molto importante perché ci permettere di far crescere qualitativamente il nostro parco sia di tecnici che di giocatori. L’obiettivo per questa stagione è ovviamente quello di far crescere i nostri ragazzi, di farli maturare sotto il profilo umano e farli migliorare nel gioco del calcio. Vincere qualche competizione poi ci farebbe piacere». Dopo il momento simbolico della firma sul rinnovo della collaborazione tra amaranto e neroazzurri è stata poi la volta dei ragazzi, con le varie realtà della galassia Tau che hanno sfilato davanti ai tifosi e che si sono prestate alle foto di rito, per un inizio di stagione davvero in grande stile. E c'erano proprio tutti: dal Lucca Academy Tau, nato dal sodalizio tra Tau e Aquila Sant'Anna, alla Scuola Calcio Inter con il centro sportivo Sandro Vignini; dall'Academy Tau di Badia Pozzeveri al Tau-Centro di formazione Inter di Altopascio.