Successo per la presentazione del progetto Life Eco-Pulplast

Cliente: 

Dallo scarto di pulper al pallet. È stato presentato venerdì 6 ottobre, nella sede di Lucense e di fronte a un'ampia platea, il progetto "Life Eco-Pulplast", il progetto sperimentale, avviato nel 2015 e cofinanziato dal programma Life+ dell'Unione Europea, che tratta il pulper, lo scarto estratto dal macero utilizzato per produrre carte per uso industriale, per trasformarlo in europalletecosostenibili in plastica eterogenea.
Un esempio di economia circolare, grazie al quale il rifiuto di un settore, quello cartario, diventa risorsa principale per il settore della plastica, in grado di realizzare un prodotto finito, il pallet, utilizzabile dallo stesso Distretto cartario lucchese. Ad illustrare lo stato dell'arte del progetto, i punti di forza e le prospettive è spettato ai partner di Life Eco-pulplast: Enrico Fontana, direttore di Lucense, Tiziano Pieretti, presidente del settore carta e cartotecnica di Serv.Eco, Marco Severini, amministratore delegato di Selene e Francesca Paoli, referente del progetto per l'azienda, leader nella produzione di imballaggi flessibili in plastica e capofila della sperimentazione europea per Life Eco-pulplast, e Simone Giangrandi, Lucense. Al workshop hanno partecipato anche Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Foundation Europe, Alessandra Colombo e Andrea Verazzi di Versalis Eni, Irene Bartolozzi della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, e l'onorevole Raffaella Mariani, membro della commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati.