Contro la violenza sulle donne anche Borgo a Mozzano scende in campo

- Anche Borgo a Mozzano si schiera contro la violenza sulle donne e presenta un ricco programma di iniziative e progetti in occasione del 25 novembre. Si parte mercoledì 23 novembre e si prosegue, poi, fino al mese di gennaio: un’onda di sensibilizzazione e attenzione per celebrare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

«Come amministratori - spiega la vicesindaco, Roberta Motroni - siamo chiamati a sollecitare la discussione, promuovere il dialogo e il confronto, stimolare la riflessione su questa giornata così importante. La nostra Commissione Pari Opportunità ha lavorato molto per organizzare questi momenti che vogliono essere un punto di partenza, e non solo di arrivo, per affrontare un tema complesso e delicato. Sono felice di avere anche quest’anno la partecipazione delle scuole del nostro territorio: l’educazione alle emozioni, al rispetto, all’amore e alla fiducia reciproci si impara da piccoli, confrontandoci con i nostri coetanei. Ringrazio quindi il corpo docente e tutte le ragazze e i ragazzi che, ne sono certa, saranno portatori di un messaggio universale di pace e amore».

Le iniziative iniziano mercoledì 23 novembre, alle 10.30 nella sala delle feste di Borgo a Mozzano con l’incontro dal titolo “Diritti negati”: studentesse e studenti della scuola media Papa Giovanni XXIII affronteranno, insieme ai centri antiviolenza “La Luna” e “Non ti scordar di te”, momenti di rifilessione dedicati ai diritti negati alle donne iraniane e a tutte le donne del mondo. Venerdì 25 novembre, invece, un lungo corteo si muoverà dalle vie del centro fino al ponte del Diavolo per il flash mob curato dagli studenti dell’ISI Barga e dell’ITT di Borgo a Mozzano. Una volta arrivati al ponte saranno srotolati tanti nastri arancioni, il colore-simbolo della lotta alla violenza sulle donne.

A gennaio, inoltre, sempre nella sala delle feste, partirà il corso di autodifesa personale dedicato alle donne, curato da ASD Goshin-Do Karate e promosso dalle commissioni Pari Opportunità dei Comuni della Mediavalle del Serchio. Sold out, invece, il laboratorio di teatro e poesia che prenderà il via nel mese di dicembre, anch’esso proposto dalle Commissioni Pari Opportunità dei Comuni della Mediavalle.

Infine, in questi giorni saranno distribuiti i sottobicchieri pensati dalla Commissione Pari Opportunità della Provincia di Lucca: su ogni cartoncino, che verrà utilizzato dai pub, bar e ristoranti del territorio, sono riportati i numeri utili da chiamare in caso di violenza, come il 1522, il numero unico anti-violenza e anti-stalking, e quelli dei Centri antiviolenza provinciali (per Lucca e Piana, “La Luna”, 0583997928; per la Versilia, “L’una per l’altra”, 800.800.811; per la Valle del Serchio e la Garfagnana, “Non ti scordar di te”, 0583.766094).