Rinviato in via precauzionale il concerto di inizio anno del Corpo musicale "G. Zei" di Altopascio

 Rimandato per precauzione anti-Covid il concerto di inizio anno del corpo musicale “G. Zei” di Altopascio. La compresenza sul palco del Teatro “G. Puccini” di 45 elementi, l’utilizzo predominante degli strumenti a fiato e l’aumento dei contagi da Covid-19 hanno infatti fatto propendere, d’accordo con l’amministrazione comunale, per la sospensione del concerto, previsto per venerdì 7 gennaio. L’appuntamento sarà riprogrammato non appena la situazione generale lo consentirà.

“Siamo ovviamente molto dispiaciuti - spiega il presidente Claudio Rossetti - per noi il concerto del 7 gennaio era un segnale tangibile di ripartenza, ma effettivamente confrontandomi con il consiglio della banda e poi anche con l’amministrazione comunale abbiamo preferito adottare una linea di cautela. Altri concerti simili in giro per la Toscana sono stati sospesi: noi siamo 45 elementi, usiamo soprattutto strumenti a fiato, se da qui al 7 qualche musicista prende il Covid o va in quarantena fiduciaria rischiamo di non riuscire a gestire l’esibizione. Per tutto questo abbiamo deciso, in via precauzionale, di rimandare il concerto: è una questione di buonsenso, speriamo di poter riprogrammare presto la serata”.

“Ringrazio il Corpo musicale “G. Zei” per la maturità e la collaborazione che ogni volta dimostra - aggiungono il sindaco, Sara D’Ambrosio e l’assessore alla cultura, Alessio Minicozzi -. È giusto tutelare i musicisti e quindi in via precauzionale rinviare il concerto: lo rifaremo quanto prima, non vediamo l’ora”.